Windows 7 e 8.1 non verranno aggiornati se si installano i più recenti chip Intel e AMD

Microsoft cessa il supporto sui vecchi sistemi operativi e blocca gli aggiornamenti, compresi quelli critici e di sicurezza.

Microsoft non invierà più gli aggiornamenti se il vostro PC esegue Windows 7 o Windows 8.1 con gli ultimi chip di Intel, AMD e Qualcomm. Da ieri, infatti, i possessori dei nuovi processori Kaby Lake di Intel che utilizzano Windows 7 o Windows 8.1 non potranno più scaricare gli aggiornamenti di sistema tramite Windows Update.

IL PC UTILIZZA UN PROCESSORE CHE È STATO PROGETTATO PER L’ULTIMA VERSIONE DI WINDOWS. DATO CHE IL PROCESSORE NON È SUPPORTATO CON LA VERSIONE DI WINDOWS CHE SI STA UTILIZZANDO, IL SISTEMA SALTERÀ GLI IMPORTANTI AGGIORNAMENTI DI SICUREZZA.

Microsoft aveva già accennato che queste versioni avrebbero lentamente perso questo tipo di supporto e ora lo ha confermato, bloccando anche gli aggiornamenti critici e relativi alla sicurezza. Questo vale anche per alcuni processori Skylake di Intel e Ryzen di AMD.

Windows 7 e 8.1 non verranno aggiornati se si installano i più recenti chip Intel e AMD lazy placeholder TechNinja

Microsoft “abbandona” Windows 8.1.

Questa decisione di Microsoft, tuttavia, non coglie di sorpresa; inoltre, le persone che hanno ottenuto le più recenti CPU, sicuramente avranno PC dotati di Windows 10, proprio per le migliori caratteristiche grafiche avanzate che può offrire rispetto ai precedenti sistemi operativi.

Ecco un elenco di chip che Windows 7 e Windows 8.1 non possono supportare:

  • Intel 7a generazione Kaby Lake
  • AMD Ryzen
  • AMD Bristol Ridge
  • Qualcomm Snapdragon 8996

Anche se Microsoft sta ancora sostenendo Windows 8.1 con importanti aggiornamenti che si protrarranno fino al prossimo anno, sembra che la società lo stia gradualmente abbandonando, quasi a spingere gli utenti a passare al nuovo, e più performanti, Windows 10.