Everspace: arriva su Linux grazie alla trovata di un utente

Arriva su Linux lo splendido Arcade di Fantascienza, anche se con qualche compromesso.

La versione Linux di Everspace (ottimo arcade di fantascienza) potrebbe presto vedere finalmente la luce.
A quanto pare gli utenti di Steam hanno giocato un ruolo cruciale nel riuscire a risolvere il principale problema che affliggeva il motore grafico.
Il mai abbastanza magnificato Unreal Engine, infatti, non riusciva a rendere a dovere l’illuminazione dinamica per alcuni oggetti di gioco, ricoperti da materiale lucido.
Nello specifico un utente ha fornito al team di sviluppo una grande soluzione.

Everspace: arriva su Linux grazie alla trovata di un utente lazy placeholder TechNinja

Everspace: grafica peggiorata su Linux?

Il consiglio è stato accolto volentieri dal responsabile grafico del progetto; nonostante, va detto, non sia una assolutamente soluzione definitiva, ma sarà comunque applicata alla versione Linux.
I giocatori su sistema operativo Linux, purtroppo, dovranno accontentarsi di una qualità grafica ridotta.
Per quanto resti comunque meglio poter giocare Everspace con grafica ridotta, piuttosto che non farlo affatto, gli sviluppatori hanno fatto sapere che stanno cercando delle soluzioni affinché si possa godere appieno di tutta la potenza grafica, senza nessun compromesso.

Dunque, per il momento sarà il caso di accontentarsi.
Comunque non è il caso di allarmarsi, il prodotto di Epic Games dovrebbe comunque avere dei dettagli davvero leggermente inferiori rispetto alla versione Windows.
Insomma, se doveste acquistare questo gioco ricordatevi di ringraziare non solo il team di sviluppo, ma anche il ragazzo che si è premurato di dare un’idea per poter provare a risolvere il problema.
Resta un’ottima notizia la collaborazione tra sviluppatori e utenti della comunità Steam, per il futuro del media videoludico sulla piattaforma pinguinata.
Si spera che, in un futuro non troppo lontano, anche altre produzioni (magari anche più grandi) possano prendere ad esempio questa esperienza, fosse anche soltanto per rendere maggiormente fruibili i titoli per un pubblico che va ingrandendosi.