Migliori smartphone cinesi: la guida che cercavi!

Una completa lista aggiornata dei migliori smartphone cinesi suddivisi per fascia di prezzo: pro e contro di ogni smartphone cinese, caratteristiche.

Gli smartphone cinesi da tempo ormai hanno perso quell’aura oscura che li assimilava a telefoni di scarsa qualità costruttiva e con un software pessimo. Se pensi ad esempio al balzo in avanti compiuto da colossi quali Huawei (brand che un paio di anni fa era sconosciuto ai più), capirai come gli smartphone cinesi siano ormai una realtà consolidata nel panorama Android.

In questo articolo dunque, ti guiderò nella scelta dei migliori smartphone cinesi, che potrai acquistare tranquillamente da portali e-commerce (come GearBest) che operano in questa realtà e che offrono sicurezza e garanzia al pari di molti altri più blasonati (come ad esempio Amazon).

Tuttavia, prima di iniziare ad elencarti questa classifica (che aggiornerò periodicamente), ti spiegherò in breve su cosa mi baserò per elencarti quelli che reputo essere ad oggi i migliori smartphone cinesi esistenti sul mercato.

Parametri per giudicare uno smartphone cinese

Al pari della classifica sul miglior smartphone Android che ho stilato tempo fa, anche qui i parametri saranno molto simili. Tra di essi, la fotocamera sarà uno dei punti nevralgici di questa classifica.

Ad oggi infatti, gli smartphone sono strumenti a tutto tondo, che fanno della multimedialità un punto focale e di riferimento. Inoltre gli utenti sono sempre più esigenti nei confronti delle capacità fotografiche dei propri smartphone: ciò vale difatti sia per la fotocamera posteriore che per quella anteriore (che negli ultimi anni ha visto una evoluzione inaspettata grazie alla condivisione dei propri selfie sui social network). Ancora, gran parte del giudizio sarà influenzato dal software: sappiamo benissimo infatti che, così come la potenza è nulla senza il controllo, anche un ottimo hardware senza un software che lo sprema appieno, riuscirà a dare un risultato ottimale.

Dopo aver fatto questa doverosa premessa, passiamo alla classifica dei migliori smartphone cinesi secondo Techninja!

Migliori smartphone cinesi sotto i 100 euro

Oukitel U7 Plus

Il primo smartphone cinese sotto i 100 euro degno di nota è lui: sto parlando di Oukitel U7 Plus, un brand che a molti non dirà nulla, ma che mi ha favorevolmente colpito per tutta una serie di particolari: E’ difatti uno dei pochissimi smartphone cinesi nel range dei 100 euro ad avere un sensore di impronte digitali (davvero efficiente e con sblocco davvero veloce oserei aggiungere) che vi permetterà di non dover digitare ogni volta l’odiosissima password che magari non ricordate.

Inoltre, troverete al suo interno una dotazione hardware di tutto rispetto: un ampio display hd con risoluzione 1280 x 720 pixel da ben 5.5 pollici di diagonale, 2 GB di RAM, 16 GB di memoria interna ed una fotocamera posteriore da 13 MegaPixel davvero performante per la sua fascia di prezzo. La camera anteriore è da 5 Megapixel, è fa il suo dovere. Il design è molto ricercato, e ricorda molto da vicino iPhone di Apple

Infine, Oukitel U7 Plus è uno smartphone dual sim, e questo lo rende utilissimo per chi utilizza due numeri diversi (magari per casa e per lavoro) ma non vuole avere due smartphone da portare sempre con se.

Tra i conto di questo dispositivo il peso: in una scocca delle dimensioni di 9,6 x 7 x 5,4 mm si annida un “mostro” di circa 259 grammi di perso.

Come software a bord troviamo Android 6.0 MarshMallow con qualche personalizzazione dle produttore cinese. Il tutto gira abbastanza bene, sebbene a volte qualche lag si faccia sentire. Nulla di trascendetale comunque, e Oukitel U7 Plus si candida a pieno titolo come uno tra i migliori smartphone cinesi sotto i 100 euro.

Prezzo

Trovate questo interessante smartphone su Amazon, al costo di 92 euro circa.

Koobee Smartphone

Altro smartphone cinese molto interessante, sempre reperibile su Amazon a questo link, è il Kobee Smartphone. Possiede un display IPS più piccolo dell’Oukitel U7 Plus (5 pollici contro i 5.5 dell’Oukitel), tuttavia, grazie alla medesima risoluzione HD da 1280 x 720 Pixel, ha una densità di pixel per pollice maggiore, e ciò ne favorisce indubbiamente la leggibilità: inoltre il sensore di luce ambientale funziona molto bene, ed è molto leggibile sotto la luce del sole.

Il soc è Quad-Core ed il software, grazie anche ai 2 GB di RAM di cui il Kobee è dotato, gira davvero molto bene. Inoltre il corpo è in metallo (niente plastica) con dimensioni di 14,2 x 0,9 x 7,2 cm ed un peso davvero piuma: solo 159 grammi.

Buona anche la fotocamera di questo smartphone cinese: il modulo è da 13 MegaPixel con apertura f/2.2, mentre la secondaria è da 5 MegaPixel.

Anche qui, come nel caso di Oukitel, siamo di fronte ad uno smartphone dual sim. Tutte queste caratteristiche lo fanno entrare a pieno titolo tra i migliori smartphone cinesi sotto i 100 euro.

Piccola pecca di questo telefono: vi arriverà con lingua impostata in cinese e dovrete successivamente andare nelle impostazioni del dispositivo per cambiarla in italiano. Inoltre, a differenza dell’Oukitel, il Kobee non possiede lettore di impronte ditigali.

Prezzo

Potrete acquistare il Kobee su Amazon a circa 99,99 euro.

Migliori smartphone cinesi sotto i 200 euro

Umidigi Max

Alziamo di uno step l’asticella di prezzo e passiamo ad uno smartphone che reputo davvero eccezionale: è prodotto dall’aziende cinese Umidigi, e si chiama proprio Umidigi Max, che non è altro un Umidigi Super depotenziato (il manuale di istruzioni al suo interno infatti lo denomina proprio Umidigi Super).

Ottimo il design: scocca interamente in metallo con curvatura ai bordi (stondati), sensore di impronte digitali (fulmineo lo sblocco) fanno di Umidigi Max uno smartphone cinese dall’indubbia qualità: la porta di ricarica è USB-Type C e supporta la ricarica rapida.

il SOC è il MediaTek Helio P10 Octa-Core, davvero performante, e possiede ben 3 GB di RAM. Le sue dimensioni sono di 15.1 x 0.8 x 7.5 cm, ed ha un peso abbastanza consistente: 186 grammi, che vi sembreranno davvero tanti soprattutto se lo usate di notte.

Il display di Umidigi Max è il punto forte di questo smartphone cinese: è un display TFT oleofobico con risoluzione 1080 x 9120 Pixel, con un ottimo contrasto ed una saturazione davvero eccezionale per questa fascia di prezzo: visibilissimo sotto la luce del sole, e con colori vividi in ogni contesto anche se non perfettamente tarati

La fotocamera posteriore è da 13 MegaPixel, e scatta sicuramente foto migliori rispetto ai precedenti smartphone cinesi finora discussi. Anteriormente, abbiamo un modulo da 5 Megapixel, che seppur non brilli per qualità, fa il suo dovere.

A bordo troviamo Android Nougat 7.0 leggermente personalizzato dal produttore.

Particolarità di questo Umidigi Max è il tasto Home, che è anche un  pulsante led che segnala le notifiche e brilla leggermente con luce pulsante per indicare che lo smartphone è acceso.

Umidigi Max quindi è uno dei migliori smartphone cinesi nel range 100 – 200 euro.

Contro: la vibrazione è un po debole, e lo smartphone è abbastanza pesante.

Prezzo

potrete acquistare Umidigi Max al prezzo di circa 175.99 euro su Amazon.

Meizu M3S

Altra marca che va sempre più affermandosi grazie all’ottimo rapporto qualità/prezzo dei suoi smartphone, è proprio Meizu. E’ quindi come è possibile non citare Meizu M3S nella classifica dei migliori smartphone cinesi sotto i 200 euro?

Questo smartphone presenta delle caratteristiche davvero eccezionali per il prezzo al quale viene venduto: scocca unibody in alluminio liscio realizzata mediante sabbiatura, solo 136 grammi di peso e display da 5 pollici in formato 16:9 HD con risoluzione 1280 x 720 pixel. Ottima sia fotocamera posteriore da 13 megapixel che quella da 5 anteriore, e ottimo il sensore di impronte digitali posto nella parte anteriore (il che, è molto ma molto più comodo).

Ottima infine la batteria integrata da ben 3020 mAh, che permette al Meizu M3S di arrivare a sera con circa il 10% di batteria residua.

Tuttavia come risvolto della medaglia, lo schermo è solo HD (tuttavia il pannello è davvero buono, il contrasto ottimo e l’angolo di visione nei due assi notevole) e la RAM da soli 2 GB causa ogni tanto qualche impuntamento (nulla di trascendentale comunque). Inoltre non supporta LTE ed Android è presente in versione 5.0 Lollipop.

Prezzo

Trovate Meizu M3S su Amazon a 140 euro.

Meizu M5 Note

altro smartphone cinese sotto i 200 euro degno di nota, il Meizu M5 Note. Il design è simile al precedente M3S: scocca in metallo liscio realizzata con sabbiatura, curvatura 2d del display, batteria non removibile da 4000 mAh, sensore di impronte digitali posto nella parte anteriore.

Anche questo smartphone ha dalla sua uno spettacolare display da 5.5” (stavolta fullHD, a differenza del M3S), con ottimi angoli di visione e ottimo contrasto. Buona la fotocamera posteriore da 13 Megapixel e buona quella da 5 anteriore.

La RAM a bordo è di 3 GB, e difficilmente vedrete un reload su questo smartphone, mentre la memoria interna è da 16 GB.

Il software a bordo è Android 6.0 Marshmallow personalizzato da Meizu: ottime ad esempio le gesture collegate al tasto Home.

Come contro c’e’ da segnalare il peso di ben 172 grammi e una autonomia un po sottotono.

Prezzo

Meizu M5 Note si trova su Amazon ad un prezzo di circa 187 euro.

Cubot Dinosaur

Altro smartphone cinese degno di nota è il Cubo Dinosaur. il Brand Cubot sta sempre più affermandosi negli e commerce come Amazon a causa del suo ottimo rapporto qualità prezzo, e questo Cubot Dinosaur (nome un po strano ma sicuramente simpatico) ne è un chiaro esempio.

Il Cubo Dinosaur è uno smartphone dal peso di 186 grammi, con dimensioni pari a 152 x 77 x 9 mm, realizzato con scocche in policarbonato. Ha un buon display, con dimensioni di 5.5 pollici LCD IPS a risoluzione HD 1280 x 720 pixel e ben 320 PPI (densità di pixel che si avvicina agli iPhone, che ne hanno 326), con buoni angoli di visione, ed abbastanza luminoso. Monta Android 6.0 MarshMallow con qualche un personalizzazione da parte del produttore per quanto concerne l’interfaccia grafica, che comunque gira in maniera egregia grazie anche alla CPU Quad Core 64 bit ed ai 3 GB di RAM di cui lo smartphone è dotato.

Posteriormente monta una fotocamera da 13 MegaPixel che scatta foto molto buone in diurna, grazie anche all’ottica f/2.0 abbastanza luminosa. Le foto in notturna presentano un po di rumore digitale, anche se abbastanza contenuto in relazione ad altri smartphone simili di questa fascia di prezzo.  Anteriormente, ha una fotocamera da 5.0 MegaPixel f/2.8, che è uno dei contro di questo smartphone: la bassa risoluzione fornisce infatti foto poco definite, anche se accettabili.

La memoria interna del Cubo Dinosaur è da 16 GB, espandibile mediante microSD. Lo smartphone inoltre è dual sim, e supporta la rete 4G.

Quel che stupisce di questo smartphone è la durata della batteria: il Cubo Dinosaur ha infatti una batteria rimovibile da ben 4150 mAh, che garantisce la giornata di utilizzo intenso, e due giorni con utilizzo medio.

Il prezzo di questo smartphone è di circa 139 euro, su Amazon.

PRO: Durata batteria, fluidità di sistema, display, dual sim.

CONTRO: fotocamera anteriore.

Questa la mia personale classifica dei migliori smartphone cinesi attualmente disponibili. E tu, hai uno smartphone da segnalarmi? fammelo sapere nei commenti!