L’Exynos 8895 di Samsung batte lo Snapdragon 835 di Qualcomm

Un primo benchamark mette a confronto il processore di Samsung con quello di Samsung: vince, anche se di poco, il primo, sia in single-core che in multi-core

Poche ore fa vi abbiamo annunciato che le prevendite di Samsung Galaxy S8 inizieranno il prossimo 7 Aprile: ancora qualche settimana deve passare, allora, prima che tutti i dubbi sul nuovo flagship di Samsung vengano risolti. Intanto, è spuntato un benchmark che mette a confronto le prestazioni di Exynos 8895 e dello Snapdragon 835, i due processori che maggiormente sono quotati a trovare spazio sotto la scocca di Samsung Galaxy S8.

LExynos 8895 di Samsung batte lo Snapdragon 835 di Qualcomm lazy placeholder TechNinjaCome i più informati di voi già sapranno, sono previste due commercializzazioni di Samsung Galaxy S8, che hanno come codice modello l’una SM-G955F, l’altra SM-G955U: la prima è la cosiddetta versione internazionale, e dovrebbe avere il processore Exynos 8895, la seconda è destinata al mercato statunitense, e dovrebbe montare una CPU Qualcomm Snapdragon 835.

Samsung supera Qualcomm: un primo passo verso l’indipendenza

Dal benchmark risulta evidente come il Samsung Galaxy S8 dotato di processore Exynos 8895 abbia superato il gemello che montava lo Snapdragon 835: una differenza che, seppur minima, potrebbe palesarsi in alcuni situazioni di forte stress, come ad esempio quando si usa lo smartphone per la virtual reality.

Exynos 8895 ha battuto lo Snapdragon 835 sia in single-core (1978 punti contro 1929), che in multi-core, dove la distanza tra i due processori è diventata più netta (6375 punti contro 6084): in particolar modo, la CPU di Qualcomm avrebbe maggiori difficoltà ad accedere alla memoria del dispositivo, situazione questa che porta a diminuire la velocità di apertura delle applicazioni.

LExynos 8895 di Samsung batte lo Snapdragon 835 di Qualcomm lazy placeholder TechNinjaSamsung ha superato dunque la prima prova, sconfiggendo un avversario attivo nel settore ormai da anni: attenzione però, questo test non può e non vuole far credere che l’Exynos 8895 sia migliore dello Snapdragon 835, ma solo sancire una differenza (sulla carta) nella potenza di calcolo. Ci sono tanti altri fattori da valutare, e che possono rendere pessima o ottima una CPU, come il consumo energetico o la gestione delle temperature: fattori che, sul lungo periodo, possono rivelarsi ben più importanti della mera capacità di elaborazione.