OpenToonz, il nuovo aggiornamento arriva anche su Linux

Un'occhiata alla nuova build di OpenToonz per Linux, costruita dal team del Progetto Morvena

pubblicita

OpenToonz non è altro che la versione open source di Toonz, semplicemente uno dei, se non il, migliori software di animazione 2D.
In italia nasce grazie al lavoro della Digital Video Spa e include alcune delle funzionalità sviluppate niente di meno che dallo Studio Ghibli, mitologico studio cinematografico di animazione giapponese fondato dal Supremo Hayao Miyazaki (ma, dai, non crediamo di dovervelo spiegare noi cosa si lo Studio Ghibli, davvero).

Il problemino per gli appassionati Linux sarebbe in teoria che la versione ufficiale di OpenToonz supporta solo Windows e Mac OS X in origine, ma, volesse il cielo, il porting su GNU/LINUX è stato realizzabile grazie al “Progetto Morevna“.

Finalmente OpenToonz funzionante per Linux

Il team di sviluppatori alle spalle del Progetto Morevna ha dunque realizzato una build magica di OpenToonz, in grado di girare su qualsiasi distro Linux (Ubuntu, Debian, Fedora e letteralmente qualsiasi altra distribuzione a 64 bit).
Per ottenere questo pacchetto, a completa disposizione nel formato AppImage, è sufficiente fare un semplice download e renderlo eseguibile in maniera da poter procedere con l’installazione.

L’ultimo update reso disponibile, risolve il problema che si veniva a creare, portando al crash, nell’utilizzo dello strumento Toonz Raster Level su piattaforma Linux.

Qui di seguito lasciamo un paio di video tutorial per l’utilizzo dello strumento di cui sopra:

Tra le grandi cose da segnalare in questo porting, ci piace sottolineare come, oltre alla lingua inglese e giapponese, sarà possibile selezionare anche l’italiano o addirittura un romantico francese.
Importante notare che, almeno durante l’installazione, anche andando a selezionare la nostra lingua madre, il software al primo avvio sarà comunque impostato sulla lingua di Albione.
Per poter impostare in maniera definitiva  e perentoria la supremazia della lingua italiana sarà sufficiente utilizzare il percorso Customize > Preferences e da qui procedere spediti verso Interface, da dove sarà possibile scegliere la lingua preferità dell’utente.
Dal riavvio successivo, quella sarà la lingua scelta di default.

La società Giapponese Dwango ha anche reso disponibile un plugin (attualmente solo per Windows) per l’elaborazione delle immagini, tramite la SDK plugin, chiunque potrà aggiungere effetti di vario tipo, adatti per le proprie creazioni.

Per chi fosse interessato ad approfondire, lasciamo qui il link per il download della versione per Linux.

DOWNLOAD