Giorni di battaglie e scambi di uscite per i browser, dopo l’uscita di Firefox 52 e l’annuncio di Firefox 53, anche Google esce allo scoperto con il rilascio di Chrome 57.

La fase di rollout, che prevede la partecipazione di Windows, macOS e Linux, dovrebbe essersi conclusa senza troppi problemi.
L’aggiornamento ha posto il focus chiaramente sulla classica soluzione dei problemi, i bug sistemati sono infatti 36 in totale, oltre che su un sensibile incremento delle performance.

Fra le nuove feature del browser di Google una delle più interessanti, in particolari per sviluppatori, webmaster e webdesigner è il nuovo grid layout system, sistema che facilita nettamente la progettazione delle pagine e, in particolare la loro capacità di adattarsi al meglio sulla enorme varietà di dispositivi e schermi ormai a disposizione degli utenti.
CSS Grid Layout, questo il nome preciso della funzione, permetterà di creare un’interfaccia maggiormente reattiva nella risposta e nell’adattamento, favorendo, così, l’accessibilità della navigazione a prescindere dalla tipologia di device utilizzata dall’utente finale.

Un’altra graziosa novità è l’introduzione di un nuovo badge nella barra dell’indirizzo che comunica chiaramente, in maniera visiva se la pagina di Chrome, o un qualunque altro URL che inizia con chrome://, in cui ci si trova sia o meno sicura.

Con in testa l’obbiettivo di dare la maggior velocità di rendering possibile, questa versione viene fuori con il supporto al WebAssembly, lo stesso metodo di nuova generazione, che permette di eseguire codice scritto in multipli linguaggi sul web, introdotto anche su Firefox 52.

Come al solito, per ulteriori informazioni e dettagli di qualunque tipo su questa release, vi lasciamo un link diretto, comodo comodo, alle note di rilascio ufficiali.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©