Già nei mesi immediatamente precedenti all’elezione a Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump aveva fatto parlare molto di sè, ed ora che siede al tavolo dello Studio Ovale la situazione non è cambiata di una virgola: ogni giorno un’indiscrezione, ogni giorno una scelta discutibile. Eppure, quella di oggi, supera tutte le altre notizie date in precedenza.

Washington, Donald Trump non vuole mollare... il suo Galaxy S3 Trump teve de trocar seu celular Android por outro mais seguro diz jornalTrump infatti, come si legge su alcuni quotidiani statunitensi e non, non ha intenzione di cambiare il proprio smartphone: una cosa da poco, che permetterebbe anche al magnate di guadagnarsi la fama di parsimonioso, se non fosse che una tale decisione, ostinata quanto immotivata, mette a rischio l’intera nazione.

Il Galaxy S3 di Trump è a rischio attacco?

Forse abbiamo un po’ esagerato, ma il fatto che lo smartphone del Presidente degli Stati Uniti d’America possa essere vittima di un attacco hacker, tanto più se si tratta di un dispositivo ormai obsoleto, è qualcosa in più che un’eventualità. Lo smartphone incriminato dovrebbe essere infatti un vecchio Samsung Galaxy S3, da sempre compagno di avventure di Trump.

Il Presidente lo utilizza ancora oggi con regolarità: a riprova di ciò vi è un tweet di stamattina che sarebbe stato postato proprio da questo dispositivo. Per porre fine a questa situazione paradossale, il deputato Ted Lieu ha inviato una lettera alla House Oversight Committee, chiedendo di fare luce sui metodi di sicurezza utilizzati per proteggere le azioni del presidente.

Infatti, la scelta di Trump di non cambiare il proprio smartphone potrebbe mettere in pericolo la sicurezza dell’intera nazione. Basti pensare che il Galaxy S3 del Presidente pochi giorni fa, durante un briefing al resort Mar-a-Lago, è entrato in contatto con documenti sensibili: se a ciò si aggiunge il fatto che già da tempo alcuni hacker sono riusciti a controllare a distanza fotocamera e microfono di Galaxy S3, è facile capire quanto una decisione presa con leggerezza e testardaggine possa portare a conseguenze gravissime.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©