Samsung ritirerà la sua applicazione SmartThings per Windows Phone nel 2017

Dopo Amazon, Paypal ed altre, ora tocca a Samsung "abbandonare" Windows Phone. Il declino di questa piattaforma è ormai inarrestabile.

La società posseduta da Samsung, SmartThings ha annunciato sul sui blog ufficiale che manderà in pensione l’app per smartphone con a bordo Windows Phone a partire da aprile 2017. Questo annuncio risulta essere un altro duro colpo alla piattaforma mobile di Microsoft.

Niente aggiornamenti, niente supporto per SmartThings su Windows Phone. Parla Samsung.

La società ha citato in un post sul proprio blog ufficiale che il ritiro è dovuto alla impossibilità di “fornire il livello desiderato di aggiornamenti e supporto” per la suddetta piattaforma. Le dichiarazioni del post vanno in contrasto con quelle rilasciate in precedenza in cui la società di impegnava ad aggiornare mensilmente la propria app sullo store di Windows.

La versione 1.7.0 offre ora il supporto a Windows 10 ed alle sue. […] Dal 1 aprile 2017 la versione 1.7.0 verrà rimossa dall’App Store di Windows, e non sarà più possibile scaricarlo e installarlo su un nuovo dispositivo. Continueremo ad offrire supporto tecnico  fino a giugno 2017 per gli attuali utenti.

Ricordiamo che l’app permetteva di gestire e collegare i prodotti appartenenti al cosiddetto “Internet delle Cose” (IoT). Questo è solo l’ultimo degli “abbandoni” illustri da parte di grandi società che hanno preferito rimuovere i propri servizi dallo store di Windows Phone, per concentrare le proprie risorse su piattaforme più diffuse e quindi più remunerative in termini economici.