Un nuovo brevetto di iPhone mostra un dispositivo edge-to-edge; questo consentirebbe ad Apple di ottenere un device a tutto schermo.

Solitamente, però, nella zona superiore della lunetta degli odierni cellulari, si è abituati a vedere molti indicatori che sono ormai indispensabili, come l’apertura per l’auricolare, la fotocamera frontale, i sensori di luce e di prossimità, il lampeggiatore delle notifiche e lo scanner dell’iride. Dove verranno posizionate tutte queste caratteristiche se la lunetta superiore non esisterà più o se diventerà così minimale da essere quasi inesistente? 

Ebbene, il recentemente annunciato Xiaomi Mi Mix ci consente di avere un indizio; tutto potrebbe essere spostato nella parte inferiore, utilizzando il sistema audio piezoelettrico e la prossimità ultrasonica.

Apple, tuttavia, potrebbe aver compiuto un ulteriore passo avanti e, invece, di cambiare e riorganizzare gli elementi, potrebbe averli inseriti sotto, con piccoli spazi vuoti nel display che ne garantiscono l’accesso. Questo è esattamente ciò che un deposito di un brevetto Apple ha portato alla luce da poco; le immagini mostrano pori microscopici quasi invisibili all’occhio umano e che, presumibilmente, non influenzeranno l’esperienza visiva. Da lì, sarà possibile accedere agli altoparlanti sub-screen, alle telecamere o ai sensori, ma non è ancora chiaro come funzioneranno esattamente. 

Apple: spunta un nuovo brevetto per iPhone 19689 20596 170110 Hole l

Apple: spunta un nuovo brevetto per iPhone 19689 20597 170110 Hole 2 l

Apple: spunta un nuovo brevetto per iPhone 19689 20598 170110 Hole 3 l

I “buchi” sono raffigurati con diverse forme e posizioni rispetto ai pixel effettivi della schermata e, quindi, l’impressione è che siano davvero molto piccoli e non invadenti.

Si tratta di un approccio piuttosto radicale che richiede un display OLED; secondo alcune indiscrezioni, questo brevetto potrebbe concretizzarsi molto presto.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©