LG G6 sarà dotato di un display fuori dal comune?

L'aspect ratio sarà pari a 9:18, rendendo lo smartphone ideale per il multi-tasking

LG G6 sarà dotato di un display fuori dal comune? LG G6 640x342 TechNinjaLG, come vi abbiamo anticipato, potrebbe presentare il suo nuovo top di gamma già per la fine di Febbraio, rendendolo disponibile all’acquisto a partire dal 10 Marzo, giorno più giorno meno. Le novità che riguardano LG G6 però non si fermano solo alla data di uscita, ma anche ad alcune caratteristiche tecniche già molto chiacchierate in rete. Il diretto rivale di Samsung Galaxy S8 infatti potrebbe montare un display che, sotto diversi punti di vista, può essere considerato unico nel suo genere.

Alcuni rumors che circolano in queste ore parlano di uno schermo da 5,7 pollici, ma non è la diagonale ad incuriosire, piuttosto l’aspect ratio. Per essere più precisi, LG G6 potrebbe avere un display con un rapporto pari a 9:18: in parole povere, il lato corto dello schermo sarà grande la metà di quello lungo, formando quindi un rettangolo nato dall’unione di due quadrati equivalenti. Tale formato è una vera e propria novità nel mondo degli smartphone dove, in genere, per schermi di tali dimensioni si adotta il classico formato 9:16.

LG G6 sarà dotato di un display fuori dal comune? lg g6 vs lg v20 TechNinja

Questa caratteristica si rifletterà in maniera diretta sul design di LG G6, che risulterà essere più lungo ma meno largo di uno smartphone di pari diagonale. La casa sudcoreana avrebbe deciso di utilizzare tale rapporto per facilitare il multitasking, che è uno degli aspetti più curati di Android Nougat: sarà possibile eseguire più operazioni contemporaneamente grazie allo split-screen, cioè grazie alla divisione dello schermo in più quadranti. In tale ottica, è logico pensare che un display dal rapporto perfetto (come lo è il 9:18), rende più facili tali operazioni, potendo disporre di aree di schermo equivalenti.

Un’altra novità del display di LG G6 sarà la risoluzione, che potrebbe essere una QHD “potenziata” (il nome ufficioso è QHD+), ovvero con un numero di pixel pari a 1440×2880. Nonostante la densità di pixel maggiore (pari a 564 ppi), il consumo di energia sarà minore, garantendo quindi una più ampia autonomia dello smartphone.