CES 2017: i migliori accessori di terze parti per Apple

Apple non era presente al CES di Los Angeles, ma durante l’evento sono stati presentati numerosi accessori, prodotti da fornitori di terze parti. Diamo un’occhiata!

Apple può anche non partecipare all’annuale Consumer Electronics Show, ma l’evento è sempre pieno di tutti i tipi di accessori che possono essere connessi all’azienda di Cupertino, prodotti da fornitori di terze parti.

Nel video qui sotto vengono mostrati alcuni dei migliori accessori Apple presentati al CES 2017.

Incipio ha mostrato un nuovo case per iPhone 7 che ripristina il jack per le cuffie; la custodia, in sé, è piuttosto sottile, ma c’è una grande parte sul fondo per accogliere sia il jack per le cuffie che una porta Lightning.

Griffin ha mostrato i suoi cavi BreakSafe per MacBook e MacBook Pro. I cavi, tra i quali un nuovo modello da 100W per il MacBook Pro 206, sono progettati per sostituire il connettore MagSafe di Apple che offre le stesse funzionalità tramite connettore USB Type-C.

Henge Docks ha mostrato, invece, una serie di prodotti per completare il nuovo MacBook Pro. L’originale dock verticale consente di ancorare il computer a lato di un monitor, mentre il nuovo Dock orizzontale permette di ancorare il notebook in modo sicuro, senza comprometterne l’usabilità. Il Dock orizzontale, che dispone di sensori di pressione per capire quando il computer è presente, si collega automaticamente con il computer; a disposizione per l’utente vi sono ben 13 porte, tra cui HDMI, USB tipo A ed Ethernet. Henge Docks ha anche annunciato il Tethered Dock, una stazione per collegare più cavi e caricare il proprio MacBook.

CMRA ha mostrato un prototipo di cinturino per Apple Watch che dispone di una fotocamera anteriore e posteriore nel rivestimento; al CES era presente solo un’unità fittizia e, quindi, per vederlo in funzione, sarà necessario attendere ulteriormente.

Infine, NanoLeaf ha mostrato il proprio assortimento di luci Aurora. Queste luci, abilitate per HomeKit, possono essere visualizzate su di un muro e ogni singola luce può essere controllata attraverso l’applicazione di Aurora. L’azienda ha presentato anche il nuovo sensore Aurora Rhythm che consente alle luci di reagire alla musica e al suono.