Il produttore di iPhone, Foxconn, prevede di sostituire quasi ogni lavoratore umano con i robot

I robot sono più convenienti rispetto al lavoro umano, tuttavia, centinaia di migliaia di persone, se non milioni, potrebbero restare senza lavoro. 

Foxconn, il colosso taiwanese produttore di iPhone e numerosi altri dispositivi di elettronica, intende automatizzare la maggioranza dei suoi dipendenti umani, almeno secondo quanto riporta un rapporto di DigiTimes.

Dai Jia Peng, il direttore generale del comitato di automazione di Foxconn, dice che l’azienda ha in atto un piano in tre fasi per automatizzare le proprie fabbriche cinesi utilizzando Foxbots.

La prima fase del piano di automazione prevede di sostituire il lavoro che possa risultare pericoloso o ripetitivo per gli uomini; la seconda fase consiste, invece, nel migliorare l’efficienza semplificando le linee di produzione e riducendo il numero di robot utilizzati. La terza ed ultima fase, infine, prevede l’intera automazione delle fabbriche.

Il produttore di iPhone, Foxconn, prevede di sostituire quasi ogni lavoratore umano con i robot id550997 1 TechNinja

Questa lenta e costante marcia verso l’automazione della produzione è in vigore a Foxconn da anni; lo scorso anno, la società aveva detto di aver fissato un obiettivo di automazione pari al 30% delle sue fabbriche cinesi, da raggiungere entro il 2020.

L’azienda, attualmente, è in grado di produrre circa 10.000 Foxbots all’anno, ognuno dei quali può essere utilizzato per sostituire il lavoro umano; nel mese di marzo, Foxconn aveva automatizzato 60.000 posti di lavoro in uno dei suoi stabilimenti.

A lungo termine, i robot sono più convenienti rispetto al lavoro umano, anche se l’investimento iniziale può essere costoso. Inoltre, oltre ad essere difficile, è necessario avere tempo per programmare i robot e far eseguire loro più attività.

Sostituire gli esseri umani con i robot, potrebbe servire a Foxconn per sollevarsi da eventuali problemi derivati dal trattamento dei propri lavoratori, senza per forza doverne migliorare condizioni di vita, lavoro o salari.