Lenovo, nuovi trackpad di precisione per i portatili ThinkPad

Oltre ad aggiornare i sistemi di puntamento, Lenovo darà primaria importanza alla sicurezza per attrarre nuovi clienti europei

Lenovo, nuovi trackpad di precisione per i portatili ThinkPad Lenovo ThinkPad X1 Ultrabook TechNinja

Nel variegato mondo dei computer portatili, Lenovo si è ritagliata negli anni uno spazio di tutto rilievo, commercializzando prodotti dal design moderno e dall’ottimo rapporto qualità prezzo. Nel 2005 poi, con l’acquisizione della serie ThinkPad, appartenuta in precedenza ad IBM, Lenovo ha compiuto un decisivo passo in avanti nella produzione di notebook da lavoro con un occhio sempre rivolto all’innovazione.

La serie ThinkPad infatti, tra le altre cose, è nota per la grande qualità dei propri sistemi di puntamento, spesso tasto dolente di molti computer portatili: basti pensare al Trackpoint, strumento che permette di spostare il cursore senza sollevare le mani dalla tastiera. Per continuare a fornire prodotti competitivi sotto questo punto di vista negli anni a venire, Lenovo ha ben pensato di aggiornare i trackpad della serie ThinkPad, sviluppando nuovi dispositivi capaci di sfruttare a pieno le potenzialità del Microsoft’s Windows Precision Touchpad, una raccolta di driver e feature implementata di default nell’ultimo sistema operativo di casa Microsoft, Windows 10.

Lenovo, nuovi trackpad di precisione per i portatili ThinkPad t420 trackpoint1 10 TechNinja
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Lenovo cerca così di mantenere il titolo di più grande produttore mondiale di notebook, e di attrarre nuovi clienti soprattutto in area europea. Proprio per venire incontro ai consumatori del vecchio continente, i nuovi portatili ThinkPad faranno della sicurezza il proprio cavallo di battaglia: in tal senso le novità introdotte sono veramente interessanti, come la presenza di una camera a raggi infrarossi che, tramite il tool Windows Hello, permette il riconoscimento facciale del proprietario del dispositivo.

Non è finita qui: i nuovi ThinkPad, che avranno un costo compreso tra i 674 ed i 1264 dollari, implementeranno all’interno della tastiera un sensore biometrico, simile a quelli già visti su alcuni smartphone, che permetterà la lettura delle impronte digitali. Il tutto sarà gestito dai nuovi processori Intel con architettura Kaby Lake, mentre la connettività verrà ampiamente garantita dalle recentissime interfacce Thunderbolt 3 (presenti sui nuovi MacBook) e USB di tipo C.