Calano le vendite di HTC: non raggiunti gli obiettivi fissati per il 2016

Le vendite di HTC 10 non hanno avuto il successo desiderato: probabile che la casa di Taiwan si concentri nella produzione del visore Vive.

Calano le vendite di HTC: non raggiunti gli obiettivi fissati per il 2016 htc 10 rear01 TechNinja

HTC aveva riposto gran parte delle sue speranze in HTC 10, il top di gamma più avanzato che la casa taiwanese avesse mai prodotto: un prodotto sotto molti punti di vista eccellente, che ha ricevuto giudizi positivi sia da parte delle principali testate attive nel mondo della telefonia, sia da parte dei compratori. Eppure, le vendite non sono andate come desiderato.

Certo, HTC 10 si è dovuto far spazio nell’affollatissimo mercato dei top di gamma, che quest’anno ha offerto prodotto veramente validi: dall’iPhone 7 al LG G5, passando per i vari Samsung Galaxy S7, oltre a prodotti più di nicchia come lo OnePlus 3. C’è da dire però che HTC 10, almeno in un primo momento, avrebbe potuto acquisire un certo vantaggio, visto lo scivolone di Samsung con il Note 7 e la momentanea assenza di un nuovo dispostivo marcato Apple.

Calano le vendite di HTC: non raggiunti gli obiettivi fissati per il 2016 tweedievr TechNinja

Così non è stato, e probabilmente la causa è da ricercare nel prezzo giudicato troppo elevato di HTC 10, al day-one pari a 699 dollari. Se da un lato è vero che tale cifra è vicina, se non addirittura inferiore, a quella richiesta da colossi come Apple e Samsung per i rispettivi top di gamma, è altrettanto che molti compratori abbiano preferito rivolgersi a nuove società emergenti, come la cinese Xiaomi, che per cifre nettamente inferiori offrono prodotti altrettanto validi. Insomma, i dati di mercato sembrano quasi voler dire che l’utente medio è pronto a sborsare cifre molto alte, ma solo per l’acquisto dei soliti Galaxy o iPhone.

E così, mentre nel 2015 aveva venduto 18 milioni di dispositivi, a pochi giorni dalla chiusura dell’anno corrente HTC risulta aver venduto meno di 12 milioni di smartphone nel 2016, causando una decrescita superiore al 30%. Di questo passo, non è difficile che HTC scelga di utilizzare gran parte delle sue forze non più nella produzione di telefoni intelligenti, ma di altre tecnologie che al contrario stanno riscontrando un grandissimo successo: basti pensare al visore HTC Vive, che nei primi 15 minuti di pre-order ha generato profitti per 12 milioni di dollari.