Cyanogen spegnerà servizio e nightly build il 31 dicembre 2016

La compagnia dovrebbe, comunque, andare avanti con una nuova dirigenza e una profonda riorganizzazione.

Ebbene, il momento è arrivato: il 31 dicembre 2016 ci sarà l’addio a Cyanogen.

Cyanogen spegnerà servizio e nightly build il 31 dicembre 2016 cyanogen 2 710x471 TechNinja

Gli sforzi per risanare Cyanogen sono stati diversi, a partire dal cambio di CEO, da Kirk McMaster a Lior Tal. Poi, era seguito l’annuncio di un sistema operativo modulare, fino ad arrivare a vedere un’orda di licenziamenti, chiusure di uffici ed altro.

Infine, tutto si è concluso con la rottura tra la società e Steve Kondik, il ragazzo dietro Cyanogen e CyanogenMod.

Quindi, dal 31 dicembre 2016, Cyanogen non supporterà più i servizi e le proprie nightly – firmware Android-based.

Cyanogen ha annunciato la chiusura con un breve post sul blog, affermando:

Nell’ambito del consolidamento in corso di Cyanogen, tutti i servizi e le nightly build saranno sospesi entro e non oltre 31/12/16. Il progetto open source ed il codice sorgente rimarranno disponibili per chiunque voglia costruire CyanogenMod personalmente.

L’azienda lascerà a disposizione tutti i file sorgente delle comunità di sviluppo e di CyanogenMod; a questi faranno, probabilmente, riferimento i possessori di dispositivi come Oppo e OnePlus.

Dall’altra parte, sembra che Steve Kondik abbia annunciato di avere tra i suoi piani un rebrand. L’avventura continuerà, ma separatamente.