La Stylus Apple è stata aperta da iFixit

La Pencil dedicata all’utilizzo col nuovo iPad Pro è stata analizzata internamente e nel dettaglio, grazie al team di iFixit che ha effettuato questo teardown sul dispositivo.
Il prodotto risulta essere molto leggero e dal bel design grazie al lavoro minimale per la realizzazione della scheda logica del dispositivo, una delle più piccole che il team ha dichiarato di aver mai analizzato.

Diamo alcune misure, l’Apple Pencil misura 175mm di altezza e 8,9mm di profondità, mentre parlando di ricarica possiede una batteria da 8,82 V e 0,329 Wh, caricabile tramite un cavetto Lightning e 15 secondi di ricarica bastano a fornire 30 minuti di utilizzo continuo della Stylus.

La punta della penna possiede due emettitori, e sono proprio loro ad agire sullo schermo inviando segnali come angolo di inclinazione e orientamento in base al display, così da ricostruire graficamente un tratto il più realistico possibile.
La connessione avviene tramite il nuovo modulo Bluetooth 4.1 e il livello di controlli sul Touch è duplicato rispetto all’utilizzo con le sole dita, così da evitare ritardi.

Per i più esperti, i chip trovati all’interno della Stylus sono i seguenti:

– ST Microelectronics STML151UCY6 ultra-low-power a 32 bit RISC ARM-based Cortex-M3 MCU
– ST Microelectronics AS5C Y533 (trovato anche nel 2015 Apple TV)
– L05286 QS4 VG Z SGP 528
– EWX 01129
– Cambridge Silicon Radio (Qualcomm) CSR1012A05 Bluetooth intelligente IC

L’analisi di iFixit viene svolta anche sulla possibilità di riparazione del dispositivo, eh ha raggiunto un disastroso punteggio di 1/10.
La punta della Stylus può essere sostituita, mentre l’interno è intoccabile a meno che non si voglia rompere più del dovuto, la batteria invece non è sostituibile, quindi dopo un determinato valore di cicli di ricarica avrà una morte certa.
Non si sa ancora se la batteria può essere sostituita ai centri Apple così per come accade per tutti i dispositivi mobile iOS o per i Mac, l’utenza spera di poter fare lo stesso con la Apple Pencil.

Sul sito di iFixit c’è comunque tutto il teardown dettagliato e in lingua inglese, con fotografie che documentano le analisi.