Telegram: ecco 10 motivi per preferirlo a Whatsapp! E’ stato ed è il più diffuso (per ora) sistema di messaggistica istantanea e rappresenta uno dei colossi della comunicazione digitale: sì, stiamo parlando di Whatsapp.

Con l’app abbiamo modo di inviare, oltre a semplici messaggi, file multimediali (immagini, video, note vocali e/o audio) e perfino la propria posizione, sfruttando il GPS del proprio smartphone. E’ innegabile come l’applicazione abbia notevolmente ridotto l’utilizzo dei tradizionali SMS, considerando anche il costo competitivo (0,89 centesimi all’anno).

Quando però qualcosa inizia ad affermarsi in modo imponente in un qualsiasi campo, c’è sempre chi si impegna per poter competere e mettere il bastone fra le ruote; ed è così che è nato Telegram. Il diretto concorrente di Whatsapp, che dopo l’acquisto di quest’ultima da parte di Facebook ha ottenuto un numero notevole di nuovi utenti, ha davvero le carte in regola per diventare il top nel settore?

Noi abbiamo stilato un elenco di 10 motivi per i quali preferire Telegram a Whatsapp:

  1. Il costo: nonostante il prezzo quasi irrilevante di Whatsapp, perchè non preferire un servizio completamente e, a detta degli sviluppatori, per sempre gratuito?
  2. Le prestazioni: Telegram risulta più veloce e leggero di Whatsapp, consentendo di leggere un numero notevole di messaggi senza incorrere in fastidiosi blocchi.
  3. La conservazione delle chat: avete deciso di resettare lo smartphone ed avete paura di perdere tutte le conversazioni? Tranquilli, Telegram archivia le conversazioni in un cloud, in modo da restare intatte anche dopo un reset.
  4. Il design: basterà uno swype da sinistra per tornare alla schermata principale (l’elenco di tutte le conversazioni, per intenderci); è quindi bypassato il fastidioso click sul tasto “Indietro”.
  5. L’ultimo messaggio ricevuto: è ormai moda diffusa quella di creare gruppi sui servizi di messaggistica (che sia Telegram o Whatsapp): molto spesso, in queste chat, si ricevono centinaia di messaggi e capita di perdersi un messaggio importante. Quando aprite Whatsapp, per ritrovare l’ultimo messaggio letto dovete scrollare la lista; su Telegram, invece, la chat si aprirà direttamente all’ultimo messaggio letto.
  6. Gli stickers: l’ultima versione di Telegram ha aggiunto curiose novità, tra cui gli stickers, un’alternativa alle classiche emoticon.
  7. Gli allegati: una delle funzioni per le quali, personalmente, preferisco Telegram. L’app, infatti, permette di inviare, oltre ai file multimediali e la propria posizione, anche qualsiasi altro tipo di file, cosa impossibile con Whatsapp.
  8. Le chat segrete: Telegram permette di creare chat criptate, dette “segrete” (con crittografia Client-Client).
  9. I tag: così come su Twitter e Facebook, anche Telegram permette di “taggare” gli utenti di un gruppo, per rendere chiaro a chi intendiamo rivolgerci. Basterà inserire il simbolo “@” e comparirà la lista degli utenti.
  10. Web e Desktop: Telegram presenta, oltre alla classica versione Web che è disponibile anche per Whatsapp, un’app desktop funzionante su Windows, Linux e Mac OS.