iPad Pro: ecco le prime recensioni dei possessori!

Da un paio di giorni iPad Pro, il nuovo iPad tanto acclamato dall’azienda di Cupertino come il tablet più rivoluzionario di sempre, è disponibile alla vendita in Italia. Com’è quindi naturale, in rete sono già apparsi i primi unboxing e le recensioni dei fortunati possessori. Più o meno tutti i recensori concordano sul fatto che il nuovo tablet della mela sia dotato di un hardware davvero potente, in gradi di rivaleggiare senza alcun problema con i MacBook Pro di nuova generazione e la cui CPU (Apple A9x) sarebbe addirittura in grado di competere con prestazioni delle moderne CPU Desktop di Intel. iPad Pro è stato testato in ogni condizione, compreso il montaggio di un video in 4k. In ogni occasione, il nuovo iPad non ha dato alcun segno di “stress” ne di lag alcuno, segno che Apple ha centrato appieno l’ottimizzazione software – hardware del nuovo device. Vi lasciamo quindi alla video recensione più completa che finora abbiamo trovato in rete (ovviamente ad opera dei ragazzi di The Verge):

 

 

Nel seguente video, si testa la precisione di scrittura di Apple Pencil su iPad Pro, confrontata con quella del nuovo Surface Pro 4 di Microsoft: il confronto non lascia dubbio alcuno: iPad Pro difatti presenta una latenza molto più bassa rispetto al concorrente, risultando quindi la scrittura più naturale e fluida sul tablet della mela, rispetto alla controparte di Redmond.

 

Infine, un particolare venuto a galla grazie ai ragazzi di iFixit: durante il loro disassemblaggio difatti, hanno scovato un nuovo cavetto lightning, capace di superare la velocità di trasmissione dati di una USB3. Ciò appare naturale, in quanto iPad Pro è stato pensato per una utenza professionale (grafici, designer ecc..); diretta conseguenza di ciò è il fatto di doverlo utilizzare con file di grosse dimensioni. Un normale cavetto lightning, quali quelli attualmente in commercio, ed in dotazione agli iDevice più recenti, sarebbe stato deleterio (difatti l’attuale cavo lightning supporta una velocità di trasmissione dati di una UBS 2.0). Resta il mistero circa il posizionamento in termini di prezzo del nuovo cavetto, che allo stato attuale non risulta disponibile neanche su Apple Store online.