pubblicita
pubblicita

Priv, il primo smartphone Blackberry con Android.

pubblicita

BlackBerry  si mette in gioco lanciando Priv, uno smartphone che promette molta sicurezza e privacy . L’azienda canadese non rinuncerà alla sua famosa tastiera fisica, che resta nascosta se non utilizzata. Il Priv sarà il primo dispositivo blackberry ad avere Android e non il proprio OS che, secondo  Strategic Analytics, è stato superato addirittura da Tizen di Samsung che viene installato sui telefonini low-cost venduti in Asia.

 

In un mondo dominato da Android e iOS di Apple, il sistema operativo di BlackBerry diventa il quarto per utilizzo mentre terzo è Tizen di Samsung (secondi i dati del terzo trimestre). Quest’ultimo è un sistema operativo proprietario usato per telefoni di fascia bassa venduti in India, per smart tv e per smartwatch, come il  Gear S2. Sempre secondo i dati di Strategic Analytics, Android ha registrato un piccolo incremento rispetto al 2014, mentre iOS di Apple ha rafforzato la sua posizione, grazie alle vendite dei nuovi iPhone 6.  Per ora BlackBerry rappresenta solo lo 0,3% delle vendite di telefoni nel mondo secondo gli ultimi dati, sceso dal 2009  anno della massima espansione, quando quinto delle vendite mondiali della casa coreana.

 

pubblicita

A questo punto BlackBerry tenta ancora il rilancio con Priv, che sulla carta si presenta come un modello dall’alto profilo. Il display misura 5,4 pollici e la tastiera è fisica ed è a scorrimento, simile a quella dei modelli che l’hanno preceduto, uno dei principali segni distintivi della società. Inoltre ha un sistema in grado di riconoscere quali  dati che usano le applicazioni, nascondendoli per aumentare la privacy. La batteria promette bene, difatti Blackberry promette una durata di circa 23 ore. Piccolo neo, se così si può dire, è il suo peso, che rispetto a telefoni della stessa fascia, risulta più pesante anche grazie alla tastiera fisica. Si spera che con questa mossa il gruppo canadese sarà in grado di attirare nuovamente i clienti business, da sempre molto affezionati al marchio, o tutti coloro che non amano la tastiera virtuale, purtroppo diffusa su ogni dispositivo dall’avvento di iPhone 2g. In Italia il prezzo sarà piuttosto alto; si parla di circa 779 Euro.