pubblicita
pubblicita

Apple Car: Bob Mansfield si dimette

Nuovo aggiornamento per l'Apple Car: a dire addio è uno dei fondatori del progetto.

pubblicita

Il responsabile lato hardware dell’Apple Car, Bob Mansfield, si è dimesso oggi dal team di Apple dedicato al “Progetto Titanium”. Il nome era stato dato dal Wall Street Journal per l’Apple Car. Ecco tutti i dettagli sulle dimissioni di Bob.

Le dimissioni

Apple Car: Bob Mansfield si dimette apple car TechNinja

Le dimissioni di Bob Mansfield sono una sorpresa per gli appassionati di Apple, ma soprattutto per quanto riguarda le Apple Car, mai davvero decollate rispetto alle Google Car e ai progetti messi in campo da Tesla.

Secondo la fonte ufficiale, dopo 14 anni di attività, sarebbe stato Bob a chiedere le dimissioni da Apple per potersi dedicare a importanti progetti personali non meglio specificati. la fonte ufficiale lascia dei dubbi nei rumors, perché è un po’ strano che una persona che ha dedicato per 14 anni ogni giorno a un progetto lasci così solo perché ha trovato “altro” non meglio specificato.

I rumors, invece, dicono che alcuni impiegati avrebbero notato che alcuni dirigenti avrebbero segnalato il comportamento di Mansfield, anche se non è del tutto chiaro di cosa sarebbe stato accusato per essere invitato così caldamente ad andarsene.

In questo caso, Apple non ha voluto commentare l’addio del suo ingegnere capo per quanto riguarda le Apple Car e non ci sono state altre dichiarazioni ufficiali, se non quella di augurare ogni bene all’ex collaboratore.

Apple Car nel 2021?

Apple Car: Bob Mansfield si dimette apple car 2 TechNinja

pubblicita

Nel frattempo, sembra rivelarsi la profezia del CEO di Tesla. Tempo fa, il CEO della casa automobilistica aveva dichiarato di essere convinto che Apple non fosse in grado di realizzare le prime Apple Car prima del 2021, proprio perché, non essendo una casa automobilistica, Apple non avrebbe avuto gli strumenti per completare la fine della sperimentazione.

In quel caso, Apple aveva risposto dicendo che si stava accordando già con delle case automobilistiche, proponendo le Apple Car a livello software. La questione era finita lì. Oggi, però, con l’addio di Bob Mansfield, questa data sembra essere più realistica.

D’altra parte, sono diversi anni che Apple lavora su quest’auto che dovrebbe muoversi da sola, ma ancora lontane sembrano le sperimentazioni sul campo. Il pensiero va subito a Google e Tesla, i maggiori concorrenti di Apple in questo settore: le Google Car stanno prendendo diversi brevetti, con l’accordo con Fiat-Chrysler per una prima produzione “di prova”.

Tesla, invece, è sicuro del fatto suo ed è convinta di poter inserire sul mercato presto una propria proposta in fatto di auto che si muove senza conducente umano. Insomma, per tutti questi modelli ci sarà da aspettare, ma la corsa a chi arriva per primo sarà estenuante.

Cosa ne pensi di questo addio di Bob Mansfield? Inciderà sulla produzione dell’Apple Car?