Zaino Piquadro Voyager: la nostra recensione

Consigli per gli acquisti estivi. Partirete portando con voi i vostri device? Date un'occhiata a questo zaino...

Aria d’estate e vacanze alle porte, considerate uno Zaino Piquadro Voyager per muovervi liberamente con i vostri device

Negli scorsi giorni ero alla ricerca di uno zainetto, voi direte “ah, sticazzi…”

Lasciatemi dire, non siate frettolosi…

Dicevo, ero alla ricerca di uno zainetto per avere sempre con me il comparto “tech” (MB Air, iPad, iPhone, vari battery pack, cavetteria, reflex ed ottiche…), e soprattutto in determinate circostanze (spostamenti aerei vacanzieri) il form factor dello zaino può tornare parecchio comodo. I requisiti erano la resistenza, agli schizzi ed alla polvere e/o sabbia ed il costo, intorno ai €100,00

Detto quanto sopra, ad inizio settimana mi sto documentando online sullo “zaino perfetto” ed onestamente pensavo fosse un po’ più semplice.

Zaino Piquadro Voyager – La caccia

C’è chi ti vende lo zaino abnorme, quello utile per la scalata del K2 e dell’Everest senza passare dal via, dentro ci va di tutto, dallo spazzolino da denti alla nonna. Include un comparto frigorifero, uno termoriscaldato, alimentazione ibrida termico/elettrica, quattro ruote motrici e cambio automatico. Costa quanto una Mercedes e, per di più dovrei caricarmelo sulle spalle. No, no, non ci siamo.

C’è chi propone uno zaino c.d. “Facile da Vivere” (che cazzo significa? Non lo so ma mi ricorda uno spot per la Jean Luis David) ma anche facile da trasportare. Peccato che misuri in cm 5 x 5 x 5. Praticamente un cubo per 5cm di lato. Comodissimo. Come astuccio per le scuole elementari.

Esiste inoltre una terza categoria, quella degli “ipergriffati”, ovverosia ornati di chilometri di logo serigrafato raffiguranti ora aquile, ora greche, ora bandiere, ora gente che gioca a Polo…

Zaino Piquadro Voyager – Perché si

Mentre mi iniziava a solleticare l’idea di tirare fuori dal dimenticatoio l’Invicta del liceo ho trovato questo

Zaino Piquadro Voyager: la nostra recensione lazy placeholder TechNinja
zaino piquadro voyager

Lo zaino Piquadro Voyager  si distingue per l’accostamento tono su tono di due tessuti sintetici resistenti all’acqua e particolarmene robusti. Le parti più soggette ad urti ed usura sono protette da angolari in poliuretano. Le misure, inoltre, 29 x 37 x 16 lo rendono utile per gli spostamenti in moto ma anche come bagaglio a mano, soprattutto qualora viaggiate con compagnie low cost, notoriamente “attente” alle dimensioni di quello che sale in cabina.

Zaino Piquadro Voyager: la nostra recensione lazy placeholder TechNinja
zaino piquadro voyager

La scheda tecnica recita quanto segue:

  • Dimensioni » 29 x 37 x 16 (cm)
  • Peso » 574 g
  • Lavorazione » rigirata
  • Organizzazione interna » removibile
  • porta carte di credito » fisso
  • Tipologia Porta Occhiali » porta occhiali
  • Cordino multifunzione » sì
  • Busta impermeabile » sì
  • porta penne » fisso
  • Tasca porta oggetti » fisso
  • Numero comparti » uno
  • Materiale » tessuto tecnico
  • Tipo di costruzione » morbida
  • Tipo di chiusura » a combinazione
  • porta lettore MP3 » removibile interno
  • porta bottiglia » fisso interno

Riassumendo,

Cosa mi piace: le due tasche esterne presenti sullo zaino Piquadro Voyager consentono di avere a portata di mano quello che di norma adoperiamo più spesso (iPhone, cavi di ricarica e/o battery pack, chiavi)

Cosa si può migliorare: Piquadro avrebbe potuto prevedere un qualche tipo di protezione per il laptop che invece deve viaggiare obbligatoriamente con la “second skin”. Non un difetto che ne ha pregiudicato l’acquisto in ogni caso.

Vi piace lo Zaino Piquadro Voyager? Se volete saperne di più cliccate sui banner.