Pokemon Go: giocatori entrano nei campi minati in Bosnia!

In Bosnia alcuni giocatori di Pokemon Go si sarebbero avvicinati in maniera preoccupante ai campi di mine antiuomo.

pubblicita

Inutile nasconderlo: Pokemon Go ha generato una sorta di psicosi collettiva, che ogni giorno cresce a dismisura, dato che non sono rare le notizie che, più che del gioco, ci parlano degli effetti di Pokemon Go, dato che si stanno verificando non pochi incidenti.

L’ultima notizia ci arriva dalla Bosnia dove, camminando alla ricerca di Pokemon da acchiappare, alcuni giocatori sono inavvertitamente entrati nei campi minati che si trovano in alcune zone della regione e che, come è facilmente immaginabile, sono ad altissimo rischio! Cosa non si fa per un Pokemon, verrebbe da dire, eppure il buonsenso non dovrebbe mai essere lasciato a casa, neppure quando si gioca!

Pokemon Go: giocatori entrano nei campi minati in Bosnia! lazy placeholder TechNinja

Cosa è successo?

A dare la notizia dell’accaduto ci ha pensato la BBC, che ha riportato le dichiarazioni rilasciate dai membri dell’associazione bosniaca Posavina, che si è vista costretta a pubblicare un messaggio su Facebook diretto proprio ai giocatori del gioco in questione. Dopo svariate segnalazioni, hanno dovuto precisare quali sono le zone nelle quali ci sono ancora delle mine inesplose, proprio per salvaguardare l’incolumità di tutti!

L’associazione ha rilasciato la seguente dichiarazione: “abbiamo ricevuto diverse segnalazioni su alcuni utenti del gioco Pokèmon Go, che si sarebbero avvicinati troppo alle zone contenenti mine inesplose, al solo scopo di trovare un Pokèmon. I cittadini sono invitati a non entrare in queste zone vietate e a rispettare i segnali di avviso e le relative delimitazioni”.

Un annuncio ufficiale, quindi, che cerca di contenere quella che agli occhi di molti sembra una vera e propria psicosi. In questo caso, però, è più importante che mai fare molta attenzione, perché si potrebbe finanche rischiare la vita.

Posavina fa anche sapere che dal 1995 circa 600 persone sono morte perché accidentalmente finite sulle mine inesplose e che nel paese ne sono ancora presenti oltre 120 mila! Fare attenzione per non rischiare la vita è un obbligo.