Guida, configurare APN Vodafone

pubblicita

Guida, configurare APN Vodafone lazy placeholder TechNinjaSenza connessione di rete sullo smartphone? Niente panico: a volte basta riconfigurare gli apn del proprio operatore. Ecco la procedura completa per chi è cliente Vodafone

Oggi con lo smartphone è possibile avere un intero ufficio a portata di mano. Alzi la mano chi non ha sentito o pronunciato questa frase almeno una volta. Eppure, c’è una situazione in cui il mondo sembra crollare addosso: l’assenza di connessione alla rete internet dal proprio dispositivo Android. A volte può dipendere da momentanei blackout dell’operatore, ma in altre circostanze la responsabilità può essere proprio del nostro cellulare.A volte può dipendere da momentanei blackout dell’operatore, ma in altre circostanze la responsabilità può essere proprio del nostro cellulare. Seguendo i consigli della guida di Android Blog ecco come risolvere il problema attraverso la configurazione manuale degli apn Vodafone.

Abbiamo un problema. Quando il nostro smartphone non riesce a connettersi alla rete, forse è il caso di controllare le impostazioni dell’Internet Mobile, ovvero i parametri che consentono di eseguire tutte le impostazioni che consideriamo di routine, come caricare le pagine web, utilizzare le applicazioni, caricare foto o documenti nel Cloud o semplicemente controllare Facebook. Naturalmente, il più delle volte il problema dipende solo dalla rete esterna, perciò meglio controllare lo stato del servizio in tempo reale prima di andare modificare le impostazioni. Però, specialmente se abbiamo da poco cambiato gestore di linea o spostato la sim card da un dispositivo all’altro, potrebbe essere necessario impostare manualmente gli APN.

Cosa sono gli Apn. In estrema sintesi, gli APN sono il “nome del punto di accesso” alla rete, ovvero le impostazioni precise che servono al telefonino per potersi collegare a Internet. In sostanza, si tratta di una serie di paramenti che forniscono allo smartphone android e alla carta SIM che abbiamo abbinato le informazioni necessarie per interagire con l’operatore di telefonia mobile prescelto. Gli APN, inoltre, danno al nostro dispositivo tutti i dettagli necessari per accedere alla rete, utilizzare messaggi multimediali (MMS) e servizi internet.

La configurazione degli APN Vodafone. In generale, la compagnia Vodafone invia un sms autoconfigurante al momento del primo inserimento della scheda sim nel nostro cellulare, che serve a impostare l’APN per la navigazione e per l’invio degli MMS. Tuttavia, come detto, ci sono circostanze in cui bisogna provvedere manualmente. Nel caso in cu il nostro cellulare è nella lista inserita sul sito Vodafone, basta chiedere un nuovo invio nella pagina “Configurazioni”; se il nostro cellulare non è presente, oppure se vogliamo procedere diversamente, proseguiamo nella lettura.

Le impostazioni manuali. Il primo passo da compiere è accedere al menu delle impostazioni dello smartphone Android: questo può essere fatto tramite l’icona nel menu applicazioni su qualsiasi dispositivo Android (e qualche volta anche tramite la barra delle notifiche). La seconda fase è trovare il menu delle impostazioni wireless e di rete: nella maggior parte dei dispositivi, si deve fare clic sul pulsante “Altre Impostazioni”, per arrivare a Reti mobili e agli APN. Arriveremo a una schermata che riporta una doppia colonna, a sinistra “Internet” e a destra “MMS”. Qui dovremo impostare i seguenti parametri, lasciando invariati gli altri campi.

I parametri. Nel campo “Nome” andrà inserito “Vodafone Internet”; immediatamente in basso compare la scritta “APN”, dove copiare la stringa mobile.vodafone.it; non tocchiamo, come detto, gli altri settori e raggiungiamo direttamente gli ultimi spazi e, per la precisione, MCC e MNC, dove scriveremo 222 e 10; infine, bisogna impostare il tipo di APN, inserendo “Internet, dun”. La procedura va ripetuta per la configurazione degli MMS, ma in questo caso ci sono delle piccole variazioni. Il nome sarà “Vodafone MMS”, l’APN invece “mms.vodafone.it”; molto importante il campo del MMSC, dove andrà copiata la sequenza http://mms.vodafone.it/servlets/mms, così come quello del Proxy per MMS (l’indirizzo è 10.128.224.10); la porta degli MMS è 80, mentre infine MMC e MNC sono 222 e 10 (come per gli APN di internet). Ultimo passaggio, la definizione del tipo di APN, che in questo caso è ovviamente MMS. La procedura è completa e non resta che salvare le modifiche e uscire dalle impostazioni, così da testare il corretto funzionamento di internet e messaggi multimediali.

Condividi
Articolo precedenteiOs9: Autonomia dell’iphone aumentata!
Prossimo articoloApple Music: come funziona?
Nerd, appassionato incallito di tutto ciò che è Apple, programmazione, scripting. Suona la chitarra, pratica arti marziali e pensa che ogni giorno può essere il giorno perfetto.