iOS 9 ed OSX 10.11: Ecco ciò che ci aspetta

pubblicita

il WWDC (conferenza dedicata agli sviluppatori di tutto il mondo) è ormai alle porte, e l’8 giugno cupertino ci esporrà ciò che ha progettato in quest’anno. In particolare, un grande focus sarà dato, per ovvi motivi, agli aggiornamenti software relativi agli iDevice (iPad, iPhone), e Mac (OS X 10.11). Se negli scorsi anni l’attenzione degli ingegneri di Cupertino si è focalizzata su nuove feature per ogni major release, sembra che quest’anno Apple tornerà alle origini, forse complici le molte lamentele relative alla minore stabilità dei suoi OS in confronto alle vecchie versioni (iOS 6 e Snow Leopard in primis). Vediamo quindi cosa aspettarci dal prossimo evento apple, che vi ricordo, sarà trasmesso in anteprima mondiale in streaming:

 

 

Nuova Tastiera per iPhone ed iPad

Dopo aver aperto (è proprio il caso di dirlo) alle tastiere di terze parti con l’avvento di iOS 8, permettendo l’avvento di tastiere che già avevano fatto storia sulla controparte android (swiftkey), pare che con iOS 9 Apple finalmente rivoluzionerà la tastiera standard. Nello specifico è previsto l’inserimento di più tasti nella versione landscape, maggiore controllo sulle informazioni predittive e la possibilità di visualizzare in maniera migliore il caps/lock dal semplice shift.

 

 

Miglioramento delle performance sui vecchi dispositivi

E’ noto come ogni release di iOS non abbia fatto altro che rallentare i vecchi dispositivi. Pare che Apple voglia porre una pezza alla faccenda, ottimizzando il più possibile il prossimo iOS per i dispositivi più “anziani”, e rendendolo instancabile su questi. iPad Mini ed iPhone 4s in particolare, potrebbero trarre un grande giovamento da questa release, ponendo fine alle voci della rete che volevano che Apple rallentasse appositamente i vecchi device per spingere il passaggio ai nuovi.

 

 

Siri e Proactive

Siri, l’assistente vocale introdotto per la prima volta con iOS 5, potrebbe vedere nuova linfa con iOS 9. Si parla in particolare di un restyling grafico (avremo un assistente più colorato), e l’introduzione di Pro Active. No non stiamo parlando di uno yogurt che favorisce il movimento intestinale, ma di un assistente personale analogo a quanto visto su Android con Google Now. Pro Active dovrebbe (condizionale d’obbligo) essere integrato in Siri, e ci fornirà informazioni utili basate su calendario, contatti, passbook ed applicazioni terze. Secondo i rumors che circolano nella rete, sarà dotato di una schermata autonoma posta alla sinistra della home screen (in maniera analoga a Google Now, o , serviamo, alla vecchia versione di spotlight vista su iOS 6) e dovrebbe essere richiamabile dalla stessa home screen con uno swype verso il basso, andando a sostituire in maniera definitiva il mai troppo compianto spotlight.

pubblicita

Apple Music

Ancora, si vocifera che Apple, dopo il tiepido riscontro avuto negli USA con iTunes Radio, voglia cercare di entrare nel mercato della musica in streaming, facendo concorrenza a servizi più blasonati, quali Pandora o Spotify. La mossa sembrerebbe azzeccata, potendo la stessa azienda di Cupertino contare su milioni di iDevice sparsi in giro per il globo. Il nuovo servizio dovrebbe chiamarsi semplicemente Apple Music e sarà integrato di default su iOS 9. Il servizio inoltre avrà una componente social e sarebbe (condizionale d’obbligo in questi casi) un’app che sarà presentata anche su Android, per favorirne una maggiore diffusione.

 

 

Nuovo Font, e maggiore sicurezza

Infine, tra le novità che saranno presenti al WWDC, spunta l’introduzione del nuovo font San Francisco  (già adottato su Apple Watch) sul nuovo OS X 10.11, e l’abbandono del vecchio  Helvetica Neue. Questo passaggio dovrebbe vedersi anche nella controparte iOS. Ancora, Apple si concentrerà sulla sicurezza dei suoi OS, grazie ad una nuova funzionalità che, operando direttamente sul kernel di sistema, dovrebbe rendere quasi impossibile modificare il suo OS (jailbreakers avvisati).

Per quanto concerne iPad in ultimo, alcuni rumors che circolano nella rete vogliono l’introduzione dello split screen (feature a dire il vero che era prevista su iOS 8) con la possibilità di visualizzare a schermo due app contemporaneamente, e l’introduzione di una multiutenza, proprio per poter utilizzare il tablet della mela con più persone della famiglia.

 

Non ci resta quindi che aspettare l’8 Giugno. Gli ingredienti ci sono tutti, spetterà alla mela morsicata miscelarli per bene e servire.