“Chi non si è mai collegato ad una rete wi-fi libera scagli la prima pietra”.
Chi di noi, appena se ne presenta la possibilità, non si collega ad una rete wi-fi senza protezione?
Sei al centro commerciale e ti rilassi sgranocchiando qualcosa dopo aver fatto compere.
Va tutto bene, fino ad un certo punto: dopo aver preso il cellulare, infatti, spunta la notifica “Trovata rete wi-fi senza protezione”. A quel punto il tuo cuore inizia a battere forte forte e dal tuo occhio destro scende una piccola lacrimuccia di felicità. Infine, ti colleghi alla rete e inizi a navigare allegramente.

Ma ti sei mai chiesto se fosse sicuro navigare su una rete non protetta?
Forse non sapevi che  tutti gli altri computer o dispositivi collegati alla rete hanno la possibilità di visionare i file da te condivisi.
Un hacker potrebbe facilmente vedere i vostri dati personali, visualizzare le vostre ultime ricerche e, nel peggiore dei casi, mandare un virus ai vostri dispositivi.
Ovviamente non è una cosa che accade sempre, ma non puoi mai sapere chi è collegato ad una rete libera oltre te.

In definitiva, collegarsi ad una rete libera può essere una soluzione comoda e gratuita, ma potrebbe riservare dei rischi per la nostra privacy.