pubblicita
pubblicita

Galaxy s6 e Galaxy s6 edge: recensione ed hands on!

pubblicita

Ci siamo, al MWC di Barcellona Samsung ha rivelato i suoi gioielli di punta. Stiamo parlando di Galaxy S6, e della sua versione “edge”, un device con bordi touch inclinati sui lati. Con Galaxy S6, Samsung sembra aver dato retta a quanti esigevano ormai un dispositivo che avesse materiali più pregiati, e lungi quindi dal classico policarbonato. Galaxy S6 difatti, vanta un design di tutto rispetto, di chiara ispirazione alla casa di Cupertino (se proprio dobbiamo dirla tutta), ma comunque anni luce avanti rispetto allo scorso top di gamma della casa coreana. Abbiamo difatti un device unibody con vetro posteriormente ed anteriormente ed una cornice in metallo, con un invidiabile peso di 138 grammi per soli 6,8 mm di spessore.

 

 

Galaxy s6 e Galaxy s6 edge: recensione ed hands on! Samsung Galaxy S6 nuovo concept dal Vietnam 624x333 TechNinja

Lato hardware, il device vanta un display da 5,1 pollici in risoluzione QuadHD (2560×1440 con ben 577 ppi) una nuova CPU Exynos octa core (per la prima volta Samsung ha abbandonato la soluzione quad core Snapdragon di qualcomm), 3 gb di ram, una Touchwiz finalmente più snella e fluida, ed una fotocamera da 16 MegaPixel posteriormente e da 5 anteriormente fanno da cornice ad Android in versione Lollipop 5.0.2. Come risvolto della medaglia, la soluzione unibody ha costretto i designer Samsung a dotare il device di una batteria integrata, cosa che per molti versi farà storcere il naso ai puristi Android, da sempre abituati a batterie removibili. Samsung con questi device dice anche addio per la prima volta alla micro sd. Galaxy S6 difatti sarà disponibile in diversi tagli di memoria, da 32 gb (si pensa sui 749 euro), 64 gb (849 euro) e 128 gb (949 euro). Come sensori, abbiamo l’onnipresente sensore del battito cardiaco,  luminosità, prossimità, giroscopio, bussola, barometro, accelerometro. La batteria ha una capacità di 2550 mAh per Galaxy s6, e di 2600 mAh per la versione edge. Chicca particolare e plauso a Samsung, la ricarica veloce: difatti, solo 10 minuti di ricarica garantiranno ben 4 ore di autonomia. Infine, Samsung Pay, la soluzione di samsung per i pagamenti mobile che dovrebbe (condizionale d’obbligo) contrastare Apple Pay.

 

A seguire gli Hands – on:

Galaxy s6:

pubblicita

 

 

Galaxy s6 Edge: