Come guadagnare con internet

Per molti anni, internet è stato oggetto di sogni, miti leggende, soprattutto in ambito economico. Se è vero che da un lato, conoscendo i giusti mezzi (leciti ovviamente) molta gente ha racimolato delle vere e proprie piccole fortune, dall’altro lato, non tutto è rose e fiori, e cercare fortuna nei meandri della rete è davvero difficile al giorno d’oggi, vista l’immensità delle informazioni che essa offre. In questo piccolo articolo, vi guiderò alla ricerca del metodo ottimale per guadagnare qualcosina (di certo non fortune, ma col tempo avrete qualche soddisfazione), sfruttando le vostre fatiche nella realizzazione di un sito web di tutto rispetto. Siete pronti? iniziamo!

 

Come guadagnare col web?

Guadagnare con un sito

Come guadagnare con internet blog writing TechNinja

Come prima cosa, sappiate che non vi è un metodo sicuro. Esiste solamente la vostra passione, che col tempo potrà redarguirvi opportunamente. Iniziamo quindi ad aprire un piccolo sito, magari utilizzando la nostra guida. Il tema del vostro sito (vi consiglio personalmente un blog, come quello che state leggendo), dovrà essere il più possibile omogeneo e settoriale. Evitate quindi di parlare, nello stesso blog, di ricette per cucina e di robotica. L’argomento quindi dovrà essere il più possibile specifico, ma soprattutto dovrà essere un argomento che vi piaccia. Questo per due motivi principali:

  1. Se l’argomento che trattate nel blog vi piace, aggiornerete il blog con maggior frequenza, ed un blog aggiornato, è un blog frequentato.
  2. Se l’argomento che trattate sul blog vi piace, correrete meno il rischio di scrivere castronerie, che non faranno altro che allontanare i lettori, che saranno furiosi per aver perso del tempo a leggervi (nella società attuale, il tempo è poco e le fonti di informazione sono molteplici, ricordatelo).

Il tema del vostro sito (cioè la grafica dello stesso) dovrà essere attraente, curata. Dimenticatevi siti fatti tanto per, non arriverete mai a concludere nulla, ma perderete solo il vostro tempo.  Viceversa, un sito curato, i cui articoli siano ordinati per categorie, con un buon SEO (ne parleremo più avanti), sarà un sito ben indicizzato dai motori di ricerca (google in primis) e pertanto attirerà una buona fetta di utenza. Assicuratevi inoltre di utilizzare un tema che sia “responsive”. I temi responsive infatti, si adattano alla dimensione del dispositivo sul quale vengono visualizzati (come del resto fa questo blog). Ottimo sito per scaricare temi per wordpress, e’ questo, mentre invece su themeforest troverete temi a pagamento, ma molto più professionali.

Gli articoli del blog dovranno essere il più curati possibile. Non commettete strafalcioni lessicali, ed evitate di parlare di cose trite e ritrite, o peggio ancora scopiazzate da altri siti. Siate il più possibile originali, ed utilizzate uno stile di scrittura che meglio si adatti all’argomento che trattate, utilizzando un linguaggio talora informale per non appesantire eccessivamente la lettura, e contemporaneamente utilizzando un linguaggio settoriale, la ove il contenuto lo richieda, ed utilizzando parole in neretto (come in questo articolo) per sottolineare le parole chiave che riassumano i concetti fondamentali espressi nell’articolo stesso.

 

Adsense, croce e delizia di chi vuole guadagnare col proprio sito

Come guadagnare con internet My Secret Success In Google Adsense Revealed TechNinja

Ora che avete impostato il vostro blog come precedentemente descritto, volete trovare il modo di farlo fruttare. Nella mia piccola esperienza di blogger, ho provato decine e decine di “affiliazioni”, ovvero siti che promettono, in cambio di esposizione di pubblicità, loghi o quant’altro sul vostro blog, di farvi diventare milionari. Ebbene, fate piazza pulita di quanto detto, tutto ciò non esiste. L’unico mezzo che ad oggi mi sento di consigliarvi (e che utilizzo io stesso in questo blog) per cercare di far profitto col sudore del vostro ingegno, è solo lui: Google Adsense.

Google Adsense è essenzialmente una piattaforma pubblicitaria, realizzata dal noto motore di ricerca, che vi permetterà di monetizzare il vostro blog pubblicando su spazi appositi del sito pubblicità che saranno gestite da Google. Vi invito a tal proposito a leggere attentamente il regolamento di Adsense, per evitare di rendere vane le vostre fatiche con un ban improvviso che vi faccia restare a bocca asciutta.

 

Per utilizzare Adsense, dovrete registrarvi a questo LINK, seguendo le istruzioni che compariranno sul vostro schermo, ed indicando a Google quale sia il sito che intendete utilizzare per inserire gli annunci di Google stesso. Una volta registratisi, realizzate alcuni banner (le istruzioni sono presenti sul sito di adsense, e qui volutamente le ometterò, visto che lo scopo di questo articolo non è spiegarvi come funzioni adsense), ed inseriteli sul vostro blog. Se utilizzate come cms WordPress, potrà esservi d’aiuto uno dei tanti plugin che gestiscono gli annunci (ottimo ad esempio il plugin easy adsense).

 

Come formati, vi consiglio il banner 336×280 da inserire dentro gli articoli, ed il banner “responsive”, che si auto-adatterà alle dimensioni del vostro blog, in funzione del dispositivo sul quale viene visualizzato (tablet, smartphone, pc ecc.). Fondamentale è il corretto posizionamento degli annunci. In generale, il consiglio che vedrete su molti siti specializzati, consiste nel porre i banner più in alto possibile, in modo che colpiscano il più possibile gli utenti, e che siano più integrati possibili con il tema del vostro blog. In verità vi dirò che non esiste alcuna regola generale. Difatti, pur essendo validi i consigli sopra menzionati, il miglior consiglio che posso darvi consiste nello sperimentare voi stessi. Ogni sito infatti è una storia a se. Sta a voi modificare periodicamente l’ordine e la disposizione dei banner per vedere ove essi massimizzino le entrate. Dovrete quindi effettuare diverse prove, in modo da massimizzare il più possibile il CTR (in pratica i click ogni mille visite) e conseguentemente l’RPM (in pratica i guadagni stimati su mille click). Inoltre, l’aver realizzato un sito con un tema specifico, permetterà ad adsense di indicizzare maggiormente la pubblicità (non vi ritroverete quindi pubblicità di calzature in un sito di tecnologia).

 

I social network

Come guadagnare con internet social1 TechNinja

i social network stanno avendo un ruolo sempre più preponderante all’interno della comunicazione via internet. Oggi difatti, a differenza delle vecchie “newsletter” di un tempo, in cui gli utenti dovevano iscriversi per ricevere notizie, i social (facebook in primis, twitter, google plus, instagram) veicolano miliardi e miliardi di informazioni ogni giorno, e saperli sfruttare adeguatamente può rappresentare il confine tra un blog/sito attivo, ed un sito deserto. Assicuratevi quindi di realizzare una pagina su facebook (come la nostra ad esempio) o un profilo su twitter (ecco il nostro), in modo che chiunque cerchi informazioni che voi fornite nei vostri articoli, possa mettere mi piace o seguirvi. Così facendo col tempo creerete un vostro gruppo di utenti, che sarà lieto di seguire le notizie che darete sul blog, ed interagirà con esse con commenti e considerazioni, sia sui social, che proprio sui commenti dei vostri articoli. Ricordatevi anche che i social network funzionano sul fenomeno della vitalità: in parole povere, se io utente vedo un articolo che mi interessa, su un sito curato, con un’ottima grafica e contenuti ordinati, sarò il primo a condividere l’articolo sulla mia bacheca o profilo. Come conseguenza di ciò, i miei amici o follower lo leggeranno e, qualora lo ritenessero interessante, potranno condividerlo a loro volta ai loro follower o amici. Questo meccanismo a catena, simile alla propagazione di un virus nelle cellule di un essere vivente, vi garantirà ottimi bacini di utenza.

Usare i Feed RSS

Come guadagnare con internet rss feed youtube TechNinja

Il feed è un semplice raccoglitore di articoli, un aggregatore di notizie, che notificherà l’utente iscritto alla presenza di nuovi articoli. Un feed è sempre importante all’interno di un blog o sito. Personalmente, ai feed preferisco le riviste flipboard, che raccolgono gli articoli del blog in un sito dedicato, che trasforma il blog in una elegante rivista da sfogliare: come esempio di ciò, osservate la rivista flipboard di questo blog. Chi possiede l’app omonima, potrà restare aggiornato sulle novità del sito con un semplice tap.

 

Seo, ovvero ottimizzare il sito per i motori di ricerca

Come guadagnare con internet Sunshine Coast SEO TechNinja

Un fattore molto importante (uno tra i più importanti oserei dire) per monetizzare col vostro sito o blog, è quello di poter essere sempre visibili, possibilmente tra le prime pagine di una ricerca google. A tal proposito, sarà molto importante curare il SEO del vostro sito. Ma cosa è esattamente SEO? è l’acronimo di Search Engine Optimization, e rappresenta un insieme di tecniche ed accorgimenti volti ad ottimizzare l’indicizzazione del blog sui motori di ricerca. Se non ne sapete nulla di SEO, ma come al solito utilizzare WordPress, vi consiglio vivamente un plugin che potrà controllare il SEO dei vostri articoli e suggerirvi eventuali modifiche da fare, lo trovate QUI.

 

Conclusioni

 

Come detto in questo articolo, la monetizzazione sul Web mediante il proprio sito non è un qualcosa di immediato, o che vi renderà milionari. Tuttavia, l’utilizzo dei consigli forniti in questo articolo potrà darvi qualche soddisfazione, oltre a fornire un valido aiuto per coltivare quello che potrebbe essere il vostro futuro Hobby, o, perché no, lavoro.