Tutti noi sappiamo bene quanto sia frustrante arrivare col nostro smartphone a metà giornata e dover cercare una presa di corrente per ricaricarlo. Purtroppo sembra che la tecnologia inerente la produzione di batterie di lunga durata non segua in maniera diretta l’evoluzione dei dispositivi portatili. In questo ambito hanno deluso tantissimi wereable, ovvero oggetti indossabili in maniera smart, come gli smartwatch, piccoli orologi dotati delle sofisticate funzioni degli attuali smartphone. Purtroppo, neanche la grande mela (non New York, parlo di Apple ovviamente) sembra sottrarsi a questa autentica maledizione. Se difatti avrete seguito il recente keynote durante il quale il CEO Tim Cook presentò il nuovo Apple Watch, l’orologio smart della mela, come la “One More Thing”, noterete come nessuno sul palco spese parola alcuna sull’autonomia della batteria.

Apple Watch: ricarica giornaliera in vista 440734 apple watch hands on

 

L’arcano sarebbe presto svelato. Durante una recente intervista al WSJD infatti, Cook avrebbe rivelato che Apple Watch necessiterà di una ricarica giornaliera, a causa delle ridotte dimensioni del device, e dell’utilizzo consistente che, stando alle parole del CEO, l’utente ne farà. Una doccia fredda quindi, soprattutto per quello che i rumors descrivevano come un dispositivo semplicemente rivoluzionario. Certo, ancora molto dovrà essere affinato lato software, ma sembra che, nonostante tutto, la batteria sia destinata ad abbandonarci a fine giornata. Poco male secondo Tim, potendo Apple Watch contare su una ricarica di tipo induttiva.

 

Poco bene, aggiungerei io, non potendo consultare un orologio durante la notte.

 

E voi che ne pensate? comprerete mai degli SmartWatch come Apple Watch che necessiteranno di ricarica giornaliera?

 

via

RIPRODUZIONE RISERVATA ©